Esperienze,menu,prezzi,descrizioni ristoranti
 

L'agriturismo di Joe Bastardich

DGE 6 Giu 2016 14:46
Il 01/06/2016 14:29, Capoccetta ha scritto:
>
http://www.corriere.it/cronache/16_maggio_31/ristorante-superchef-bastianich-il-fisco-indagati-udine-e5316daa-274e-11e6-b6d8-61e1297457c9.shtml
>
MICA solo lui.
Un ristorante di uno chef che èp stato anche chef alle olimpiadi, tiene
corsi di cucina, sullo scontrino ci stava scritto circolo culturale o
similare
DGE
ilChierico 7 Giu 2016 15:57
On 06/06/2016 14:46, DGE wrote:

> Un ristorante di uno chef che èp stato anche chef alle olimpiadi, tiene
> corsi di cucina, sullo scontrino ci stava scritto circolo culturale o

E allora?

Basta vendere prima dell'ingresso la relativa tessera di socio.

Il problema è che circoli privati in Italia non te li fanno più aprire.
DGE 7 Giu 2016 16:04
Il 07/06/2016 15:57, ilChierico ha scritto:
> On 06/06/2016 14:46, DGE wrote:
>
>> Un ristorante di uno chef che èp stato anche chef alle olimpiadi, tiene
>> corsi di cucina, sullo scontrino ci stava scritto circolo culturale o
>
> E allora?
>
> Basta vendere prima dell'ingresso la relativa tessera di socio.
>
> Il problema è che circoli privati in Italia non te li fanno più aprire.
>
INFATTI io ci sono andato 3 volte mai fatto tessere
DGE
ilChierico 14 Giu 2016 01:44
On 07/06/2016 16:04, DGE wrote:

> INFATTI io ci sono andato 3 volte mai fatto tessere

Adesso chiamo l'abuse e ti faccio mandare in galera allora ;-D
BlowGiobbe 30 Lug 2016 13:00
Il Mon, 06 Jun 2016 14:46:46 +0200, DGE ha scritto:

> MICA solo lui.
> Un ristorante di uno chef che èp stato anche chef alle olimpiadi, tiene
> corsi di cucina, sullo scontrino ci stava scritto circolo culturale o
> similare DGE

Moltissimi chef stellati associano al proprio ristorante fantomatiche
"scuole di cucina" dove devi pagare per lavorare. Nell'alta ristorazione
comunque è sempre stata la prassi: pagare per poter - più che imparare -
poter associare il nome del cuoco famoso al proprio curriculum.
Grazie al cielo 'sta moda dell'alta ristorazione ce la stiamo levando dai
******* e immagino che di conseguenza stiano pure calando le iscrizioni a
corsi o scuole o università specifiche. Tutti i "microcosmi" lavorativi
andrebbero combattuti, quando leggo che mocciosi di ventanni e persino
gente di 40 deve rivolgersi al cuoco con l'epiteto di "chef" mi sanguinano
gli occhi, così come mi sanguinano le orecchie quando sento che queste
formalità sono essenziali per garantire la disciplina, la gerarchia e
l'ordine in lavoro che si basa sulla coordinazione di un "team", come
appunto la "brigata". Peccato, COGLIONAZZI CHE NON SIETE ALTRO, che
moltissimi altri lavori e ben più importanti che cucinare cotolette
necessitano di capacità di lavorare insieme che superano di gran lunga
quelle delle "brigate" e nessun si sognerebbe mai di rivolgersi al medico
che guida un progetto di ricerca, un ignegnere, un architetto, un fisico
con "titoli" del *****o*****a come quelli in ambito ristorativo.
Gulliver 30 Lug 2016 19:26
*****Giobbe <vt5g65@invalid.org> wrote:
> Il Mon, 06 Jun 2016 14:46:46 +0200, DGE ha scritto:
>
>> MICA solo lui.
>> Un ristorante di uno chef che èp stato anche chef alle olimpiadi, tiene
>> corsi di cucina, sullo scontrino ci stava scritto circolo culturale o
>> similare DGE
>
> Moltissimi chef stellati associano al proprio ristorante fantomatiche
> "scuole di cucina" dove devi pagare per lavorare. Nell'alta ristorazione
> comunque è sempre stata la prassi: pagare per poter - più che imparare -
> poter associare il nome del cuoco famoso al proprio curriculum.
> Grazie al cielo 'sta moda dell'alta ristorazione ce la stiamo levando dai
> ******* e immagino che di conseguenza stiano pure calando le iscrizioni a
> corsi o scuole o università specifiche. Tutti i "microcosmi" lavorativi
> andrebbero combattuti, quando leggo che mocciosi di ventanni e persino
> gente di 40 deve rivolgersi al cuoco con l'epiteto di "chef" mi sanguinano
> gli occhi, così come mi sanguinano le orecchie quando sento che queste
> formalità sono essenziali per garantire la disciplina, la gerarchia e
> l'ordine in lavoro che si basa sulla coordinazione di un "team", come
> appunto la "brigata". Peccato, COGLIONAZZI CHE NON SIETE ALTRO, che
> moltissimi altri lavori e ben più importanti che cucinare cotolette
> necessitano di capacità di lavorare insieme che superano di gran lunga
> quelle delle "brigate" e nessun si sognerebbe mai di rivolgersi al medico
> che guida un progetto di ricerca, un ignegnere, un architetto, un fisico
> con "titoli" del *****o*****a come quelli in ambito ristorativo.
>

Ci

--
Gulliver
Catrame 30 Lug 2016 19:39
Addì 30/07/2016 , su
it.arti.trash,it.discussioni.ristoranti,it.hobby.cucina , l'utente
*Gulliver* (gulliv3r@gmail.com) ha digitato:

> *****Giobbe <vt5g65@invalid.org> wrote:
>> Il Mon, 06 Jun 2016 14:46:46 +0200, DGE ha scritto:
>>
>>> MICA solo lui.
>>> Un ristorante di uno chef che èp stato anche chef alle olimpiadi, tiene
>>> corsi di cucina, sullo scontrino ci stava scritto circolo culturale o
>>> similare DGE
>>
>> Moltissimi chef stellati associano al proprio ristorante fantomatiche
>> "scuole di cucina" dove devi pagare per lavorare. Nell'alta ristorazione
>> comunque è sempre stata la prassi: pagare per poter - più che imparare -
>> poter associare il nome del cuoco famoso al proprio curriculum.
>> Grazie al cielo 'sta moda dell'alta ristorazione ce la stiamo levando dai
>> ******* e immagino che di conseguenza stiano pure calando le iscrizioni a
>> corsi o scuole o università specifiche. Tutti i "microcosmi" lavorativi
>> andrebbero combattuti, quando leggo che mocciosi di ventanni e persino
>> gente di 40 deve rivolgersi al cuoco con l'epiteto di "chef" mi sanguinano
>> gli occhi, così come mi sanguinano le orecchie quando sento che queste
>> formalità sono essenziali per garantire la disciplina, la gerarchia e
>> l'ordine in lavoro che si basa sulla coordinazione di un "team", come
>> appunto la "brigata". Peccato, COGLIONAZZI CHE NON SIETE ALTRO, che
>> moltissimi altri lavori e ben più importanti che cucinare cotolette
>> necessitano di capacità di lavorare insieme che superano di gran lunga
>> quelle delle "brigate" e nessun si sognerebbe mai di rivolgersi al medico
>> che guida un progetto di ricerca, un ignegnere, un architetto, un fisico
>> con "titoli" del *****o*****a come quelli in ambito ristorativo.
>>
>
> Ci

NO

--
Tra il rosso ed il nero,
vince sempre lo zero.
cpascoshi@gmail.com 30 Lug 2016 20:08
Catrane:
>> Ci
> NO
Mah

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Esperienze,menu,prezzi,descrizioni ristoranti | Tutti i gruppi | it.discussioni.ristoranti | Notizie e discussioni ristoranti | Ristoranti Mobile | Servizio di consultazione news.